Rosamunde Pilcher, la regina del “romance”

a cura di Redazione Oscar

Addio a Mrs Pilcher, la regina dei sentimenti

Rosamunde Pilcher (1924-2019) si era ritirata dalla scrittura già dal 2000, dopo aver dato alle stampe Solstizio d'inverno, che volò in vetta alle classifiche di Inghilterra e negli Stati Uniti. Dai suoi romanzi sono stati tratti film e sceneggiati e tutt'oggi i suoi libri continuano ad essere letti da generazioni di donne. 
Considerata una delle ultime regine del "romanzo rosa" era una scrittrice prolifica, e raggiunse il successo mondiale all'età di 63 anni con I cercatori di conchiglie nel 1987, vendendo 10 milioni di copie nel mondo.
Dopo l'addio alle scene letterarie, nel 2002 Rosamunde Pilcher ottenne il prestigioso riconoscimento di Officer of the Order of British Empire dalla regina Elisabetta.

«È stata l'inventrice delle saghe familiari», scrive il Guardian: le sue eroine erano donne emancipate, contemporanee, spesso ribelli, decise a scoprire misteri e segreti di famiglia, questioni di eredità di clan famigliari divisi da odi e gelosie. Sullo sfondo i paesaggi meravigliosi e selvaggi della Cornovaglia, dove era nata, e la Scozia, dove si trasferì una volta sposata: un connubio perfetto per la regina del "romance".

 

Scopri i romanzi di Rosamunde Pilcher