Sergio Castellitto è Rocco Chinnici

È così lieve il tuo bacio sulla fronte

a cura di Redazione Oscar

Il 23 gennaio in onda su Rai 1 il film tratto dal libro

Rocco Chinnici era un uomo normale, perbene, un padre attento, un marito amoroso. Era un magistrato, il primo che concepì l'importanza di un pool antimafia e il primo a capire che seguendo i soldi si trovano i mafiosi. Quando Dalla Chiesa fu ucciso dalla mafia, per lui fu come ricevere un tragico telegramma. Il suo giorno arrivò il 29 luglio 1983. Un'autobomba scoppiò quella mattina mentre usciva dalla sua casa di Palermo.

Sergio Castellitto presta volto e anima a Rocco Chinnici - È così lieve il tuo bacio sulla fronte, la fiction diretta da Michele Soavi in onda martedì 23 gennaio in prima serata su Rai 1 (una produzione Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Fiction) tratta dal libro scritto dalla figlia Caterina e interpretata da Cristiana Dell'Anna, attrice catanese che abbiamo visto nella seconda e terza stagione di Gomorra.

 

Papà sapeva che il prossimo sarebbe stato lui, non aveva paura, solo consapevolezza.

Caterina Chinnici

Rocco Chinnici
Sergio Castellitto (Chinnici) con Paolo Giangrasso (a sinistra, che interpreta Falcone) e Bernardo Casertano (a destra che interpreta Borsellino).
Una produzione Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Michele Soavi
Foto © Bepi Caroli

La figlia Caterina, sulle orme del padre


  • Il film narra la vita professionale di Chinnici, ma anche il romanzo di formazione di Caterina, giovane donna che negli anni Settanta, quando una mafia barbarica commetteva efferati delitti - Piersanti Mattarella, Cesare Terranova, Gaetano Costa, Pio La Torre, Carlo Alberto Dalla Chiesa - decide di diventare magistrato come suo padre. Caterina entra in magistratura nel 1979 e a soli 24 anni è il più giovane  magistrato in ambito nazionale a essere nominato capo di un ufficio giudiziario. Inizia così una carriera prestigiosa che la porta a ricoprire cariche importanti fino al Parlamento Europeo e componente della commissione per le Libertà civili, Giustizia e Affari interni.


Dopo decenni da quella mattina d'estate, quando Rocco Chinnici saluta la moglie Tina e i due figli, scende le scale, la scorta lo aspetta e un boato scuote la città Palermo uccidendo il magistrato e chi era con lui, Caterina decide di affidare alla scrittura il dolore e il perdono e scrive la storia della sua famiglia, la storia di Rocco, eroe silenzioso, il cui bacio era così lieve sulla fronte.
Rocco Chinnici

Sergio Castellitto e Cristiana Dell'Anna in una scena del film.
Una produzione Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Michele Soavi
Foto © Bepi Caroli

 

E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte

Caterina Chinnici

Il 29 luglio 1983 la mafia uccide il giudice Rocco Chinnici, ideatore del primo «pool antimafia». La storia ci tramanda come e perché Rocco Chinnici sia stato ucciso. Ci tramanda un eroe. A lui però non sarebbe piaciuto essere chiamato così. Era prima di tutto un uomo, un padre, cui è toccata in sorte una vita straordinaria, o forse un destino, che lui ha scelto di assecondare fino alle e...

Scopri di più

Libri correlati