Brandon Sanderson e la saga epic fantasy del secolo

a cura di Redazione Oscar

"Giuramento" un volume da collezione

Brandon Sanderson, acclamato campione della narrativa fantastica contemporanea è autore della Saga «Cronache della Folgoluce», la più ambiziosa e spettacolare saga epic fantasy del secolo. Giuramento, l’attesissimo nuovo capitolo arriva in libreria il 14 maggio.
Il libro è davvero un oggetto di grande pregio e impatto:


  • ◊ Un grande formato cartonato con impresso il simbolo dell'Ordine dei Forgialegami, ovvero l'ordine dei Cavalieri Radiosi a cui appartiene Dalinar Kholin, protagonista di questo volume.

  • ◊ Sovraccoperta a colori con la mappa di © Isaac Stewart.


Sanderson

  • Risguardi iniziali a colori con i personaggi-araldi: Ishar, fondatore dell'ordine dei Cavalieri Radiosi e Shalash, fondatrice dei Tessiluce. Illustrati da Dan Dos Santos.

  • Risguardi finali a colori con i personaggi-araldi:  Jezrien, fondatore dei Corrivento e Vedel, fondatrice dei Danzafilo. Illustrati da Howard Lyon.

  • Disegni interni, mappe, icone e bozzetti in bianco e nero di importanti illustratori.


Un tomo da collezione che sarà un piacere non solo leggere e sfogliare, ma anche osservare, tastare e, per gli amanti della carta, annusare!

La prima parte di "Giuramento" su oscarmondadori.it

La Prima Parte di Giuramento, intitolata Uniti, sarà disponibile per i nostri lettori man mano nei prossimi mesi.
Ecco il calendario delle pubblicazioni di maggio:

Venerdì 10 maggio: Prologo
Lunedì 13 maggio: Prima Parte. Capitolo 1
Mercoledì 15 maggio: Prima Parte. Capitolo 2
Venerdì 17 maggio: Prima Parte. Capitolo 3
Lunedì 20 maggio: Prima Parte. Capitolo 4
Mercoledì 22 maggio: Prima Parte. Capitolo 5
Venerdì 24 maggio: Prima Parte. Capitolo 6
Lunedì 27 maggio: Prima Parte. Capitolo 7
Mercoledì 29 maggio: Prima Parte. Capitolo 8
Venerdì 31 maggio: Prima Parte. Capitolo 9

Ecco il calendario delle pubblicazioni di giugno:

Lunedì 3 giugno: Prima Parte. Capitolo 10
Mercoledì 5 giugno:Prima Parte. Capitolo 11
Venerdì 7 giugno: Prima Parte. Capitolo 12
Lunedì 10 giugno: Prima Parte. Capitolo 13
Mercoledì 12 giugno: Prima Parte. Capitolo 14
Venerdì 14 giugno: Prima Parte. Capitolo 15
Lunedì 17 giugno: Prima Parte. Capitolo 16
Mercoledì 19 giugno: Prima Parte. Capitolo 17
Venerdì 21 giugno: Prima Parte. Capitolo 18
Lunedì 24 giugno: Prima Parte. Capitolo 19
Mercoledì 26 giugno: Prima Parte. Capitolo 20
Venerdì 28 giugno: Prima Parte. Capitolo 21

Ecco il calendario delle pubblicazioni di luglio:

Lunedì 1 luglio: Prima Parte. Capitolo 22
Mercoledì 3 luglio: Prima Parte. Capitolo 23
Venerdì 5 luglio: Prima Parte. Capitolo 24
Lunedì 8 luglio: Prima Parte. Capitolo 25
Mercoledì 10 luglio: Prima Parte. Capitolo 26
Venerdì 12 luglio: Prima Parte. Capitolo 27
Lunedì 15 luglio: Prima Parte. Capitolo 28
Mercoledì 17 luglio: Prima Parte. Capitolo 29
Venerdì 19 luglio: Prima Parte. Capitolo 30
Lunedì 22 luglio: Prima Parte. Capitolo 31
Mercoledì 24 luglio: Prima Parte. Capitolo 32

GIURAMENTO

Brandon Sanderson

Il popolo guerriero degli Alethi ha affrontato per anni i misteriosi Parshendi sulle Pianure Infrante per vendicare l'uccisione di re Gavilar da parte di un loro sicario, l'Assassino in Bianco. Dopo lunghe schermaglie, l'altoprincipe Dalinar Kholin ha conseguito una vittoria, ma a caro prezzo: prima di soccombere, i Parshendi hanno evocato la Tempesta Infinita, che trasforma in tutto il mondo d...

Scopri di più

Brandon Sanderson, lo stakanovista del fantasy

di Lorenzo Fantoni*

Nel mondo del fantasy le saghe fatte di più libri sono quasi una consuetudine, perché gli scrittori tendono a ragionare non tanto dal punto di vista di un libro, ma di un mondo, e i mondi sono pieni di storie che possiamo raccontare. Purtroppo, un’altra consuetudine del fantasy è che spesso tra un tomo e l’altro può passare molto, molto tempo (Sì, Martin, stiamo guardando te), anche quando uno scrittore è molto prolifico.

Questo vale in molti casi, ma non in quello di Brandon Sanderson, che più che uno scrittore è una vera e propria macchina sforna-pagine. Nel panorama del fantasy moderno, soprattutto quello più epico, ricco di intrecci narrativi complessi, magia, leggende e personaggi di ogni tipo, Sanderson spicca come uno degli autori maggiormente dotati di metodo e ispirazione.

Sanderson

Ogni scrittore di successo ha un metodo, ma Sanderson va oltre, applicando alla scrittura la pianificazione che un architetto avrebbe nei confronti del piano regolatore di una grande metropoli. Un ottimo esempio di questo approccio è senza dubbio Le Cronache della Fulgoluce, il cui terzo capitolo, Giuramento, arriva in questi giorni sugli scaffali delle librerie.

Dal 2005 a oggi ha pubblicato 27 libri, senza considerare i racconti, i saggi e molti altri scritti ed è sempre estremamente aperto e sincero con i propri lettori riguardo l’andamento dei lavori sul romanzo successivo, con tanto di barre di avanzamento sul suo sito personale che permettono a tutti di sapere subito come procedono i suoi progetti.

Le tre regole di Sanderson

Un altro ottimo esempio di questa attitudine sono le famose regole di Sanderson, tre precetti che sono alla base della sua narrazione e che hanno influenzato molti scrittori dopo di lui.

La prima legge dichiara che

«La capacità dell'autore di risolvere in modo soddisfacente i conflitti fra personaggi tramite la magia è direttamente proporzionale al modo in cui il lettore è messo in grado di comprendere il funzionamento della suddetta magia nel contesto della narrazione».

Quindi, più il lettore conosce il sistema magico del racconto più sarà complesso risolvere i conflitti, ma sarà anche più soddisfacente, perché meno legato ai deus ex machina.

La seconda legge riguarda i protagonisti e sostiene che in un eroe ben scritto i limiti devono essere superiori ai poteri. Questo perché il vero interesse in un eroe non scaturisce dalla sua onnipotenza, ma dal sapere usare i propri poteri aggirando i limiti. D’altronde è vero che un supereroe è divertente solo con qualche punto debole, no?

La terza legge riguarda la costruzione del mondo e recita
«Espandi ciò che hai già prima di aggiungere qualcosa di nuovo»

e si riferisca al bisogno di procedere con cautela prima di aggiungere elementi nuovi in un mondo che si sta formando. Se stai parlando di una città, cerca di descriverne bene il funzionamento politico, i suoi quartieri, la sua popolazione, prima di allargare lo sguardo verso il resto del mondo.

Queste tre leggi rendono Sanderson uno scrittore estremamente denso, a tratti quasi ostico, perché fin dalle prime pagine il lettore viene messo a contatto con le regole che faranno parte del mondo, con i suoi personaggi principali e con la sua mitologia. È come trovarsi di fronte a un panorama vastissimo e ricco di dettagli in cui inizialmente si fa fatica a concentrarsi su un particolare. Tuttavia, una volta abituati, saremo in grado di scorgere la capacità di Sanderson di trascinarci all’interno della sua testa e del suo mondo.

Sanderson e la scrittura

Sanderson quindi non solo è prolifico, ma ogni suo scritto è estremamente ricco di contenuto, stratificato, non usa trucchetti, non allunga il brodo, ma serve un banchetto di parole che saziano.

La sua carriera è l’ennesimo esempio del fatto che la creatività sia soprattutto costituita da esercizio, etica del lavoro e costanza. Fin dai suoi esordi come scrittore Sanderson ha capito che la cosa più importante è finire ciò che hai iniziato, anche se il romanzo che stai scrivendo non è perfetto. Nel periodo che considera il suo apprendistato, dal 1997 al 1999, scrisse cinque romanzi e secondo lui «Nessuno di essi era veramente buono, ma essere buoni non era il loro obiettivo». Per lui erano come corse di riscaldamento, come provare punizioni storte prima di metterla all’incrocio, ma soprattutto, abituarsi alla quotidianità della scrittura. L’obiettivo è mettere parole sul foglio, ogni giorno, tutti i giorni, un metodo che si rifà a Stephen King, altro autore che ha all’attivo molti più libri di quanti ne scriveranno i suoi colleghi in tutta la vita.

Pur di scrivere in ogni momento libero Sanderson ha fatto anche il portiere di notte in un hotel, un impiego che gli permetteva di avere un sacco di tempo, e ha aumentato progressivamente la sua produzione con una costanza invidiabile. Ogni suo romanzo tende ad avere più parole del precedente e di questo passo l’ultimo capitolo delle Cronache della Fulgoluce rischia di dover essere venduto con uno zaino per portarlo in giro.

Dunque, la più grande storia raccontata da Sanderson, che a 43 anni è forse il più importante autore fantasy di oggi, è la sua, una storia in cui però non ci sono magie, trucchi o scorciatoie, solo un duro lavoro ripagato nel tempo.

 

Lorenzo Fantoni Classe 1981, nasce con l’Atari in mano, grazie a un padre che prima ancora di svezzarlo lo introduce a Star Wars, al rock e a tutto ciò che poteva essere nuovo, tecnologico e fantastico. Dopo una laurea in Media e Giornalismo e tanta gavetta è ora scrittore, autore, storyteller e divulgatore, esperto in cultura pop, tecnologia, gadget e videogiochi. Attualmente collabora con WiredLa StampaGazzetta, PlayStation Magazine Ufficiale, TGMMultiplayer.it. Il suo blog è N3rdcore.it