Percy Bisshe Shelley: le “Opere poetiche”

a cura di Redazione Oscar

Il primo volume nei Meridiani

È in libreria il Meridiano delle Opere poetiche di Percy Bisshe Shelley, primo di due volumi a cura di Francesco Rognoni dedicati al grande poeta e intellettuale romantico. Un’opera che, nel suo insieme, propone la scelta più ampia di testi shelleyani mai pubblicata non solo in Italia, ma anche nei Paesi di lingua inglese, come ha ricordato Roberto Galaverni su «La Lettura» del 10 giugno scorso.

«Nell’ultimo secolo le quotazioni critiche di Shelley hanno rappresentato un po’ l’indice di Borsa complessivo del Romanticismo. Nella prima metà del Novecento, soprattutto attorno agli anni Trenta, sono scese incredibilmente in basso. Se in nome dell'impersonalità, dell'oggettività, della concentrazione espressiva, del classicismo formale, il Novecento, o almeno una sua corrente fondamentale, ha riconosciuto sé stesso prendendo le distanze dal Romanticismo, Shelley, che è stato il più immaginativo e atmosferico di quel gruppo formidabile di poeti inglesi, non poteva non diventare una specie di agnello sacrificale. […] Nel secondo Novecento tuttavia le cose sono progressivamente cambiate, il giudizio nel complesso si è più che riequilibrato, e critici come Harold Bloom o poeti come Derek Walcott e Seamus Heaney hanno potuto instaurare un rapporto con la poesia romantica, e dunque anche con Shelley, assolutamente fecondo»
Roberto Galaverni, "La Lettura" 10 giugno 2018

Dunque, un poeta da rileggere sia per l’acribìa filologica sottostante alla traduzione poetica, sia per il grande impegno profuso nella ricerca.

«Pubblichiamo per la prima volta in assoluto il giovanile Poetical Essay on the Existing State of Things, poemetto di cui si dubitava l’esistenza. Diamo anche la trascrizione integrale di tutti i versi che il Poeta ha scritto direttamente in italiano e le auto-traduzioni di scritti in inglese. Come l’Ode alla Libertà, in appendice su trascrizione di Varinelli di un'auto-traduzione del poeta d’una lirica d’eco politica per aiutare la causa risorgimentale. [...]
Mi rivolgo al lettore curioso, al
common reader e al tecnico, fra specialismo e divulgazione alta. Faccio agganci tematici: d’una lirica shelleyana segnalo che Orwell ne La fattoria degli animali ne fa parodia; cito un Baudelaire entusiasta che in una lettera scrive “che bella la poesia di Shelley che ho letto”. Rimando a Foscolo, Leopardi, a testi di D’Annunzio in cui figurano camuffate strofe shelleyane; di Pascoli una versione estemporanea. Cose inusuali in edizioni scientifiche, ma che ho voluto praticare. Con ribellismo romantico, vien da dire: e Shelley, di certo, plaudirebbe».
Francesco Rognoni, intervista "Giornale di Brescia", 11 giugno 2018

Il secondo volume, intitolato Teatro, prose e lettere, verrà pubblicato nel prossimo autunno.

Opere poetiche

Percy Bysshe Shelley

Questo volume, il primo dei due dedicati al genio romantico di P.B. Shelley, racchiude la più ampia selezione mai pubblicata delle opere poetiche composte dall'autore tra il 1803 e il 1822, dando nuova centralità ai tre libri da lui licenziati in vita e successivamente mai considerati dalla critica nella loro integrità: Alastor; Or, the Spirit of Solitude (1816), Prometheus Unbound (1820) e ...

Scopri di più