Teogonia

Teogonia

La Teogonia è uno dei testi fondanti della civiltà greca, perché racconta il Principio e la genesi delle divinità primigenie, sino al dominio di Zeus, dando a esse un nome. Genesi, cioè generazione. Non Crea­zione, della quale, come anche di un Dio creatore dal nulla, non vi è traccia in Esiodo. Gli esseri primi semplicemente «vennero ad essere»: Caos, Terra, Tartaro ed Eros, «il più bello fra gli dèi immortali, / che scioglie le membra». L’immane vuoto, il Caos, nel quale campeggia la materia prima, la Terra; il fondo «caliginoso» del mondo sotterraneo, Tartaro, nel quale verranno poi confinati i Titani sconfitti. E, su tutto regnante, l’Amore. Di questi mattoni originari è fatto il cosmo, per Esiodo: sono essi che generano le entità successive: da Caos nascono Erebo e Notte, e da loro, unitisi «in amore», Etere e Giorno. Terra, d’altra parte, genera, «uguale a sé, Cielo stellato», affinché tutt’intorno la copra e per gli dèi beati sia sede sicura sempre.

Primo di tutti i racconti cosmogonici classici, la Teogonia non si ferma alla genesi degli dèi, ma nella versione che ci è pervenuta giunge, dopo le vicende di Prometeo e la guerra contro i Titani e Tifeo, addirittura sino a Ulisse: il quale con Circe genera Agrio e Latino, che regnano sui Tirreni. Ma soprattutto, la Teogonia inizia e termina con le Muse: «Le Muse eliconie cantiamo per prime», recita l’apertura del poema. Le Muse, figlie di Zeus e Memoria, formano danze belle e seducenti, ondeggiando sui piedi. «Velate di fitta bruma», esse vanno nella notte, «versando una voce bellissima» e celebrando gli dèi. Sono loro che ispirano Esiodo: a lui che «pascolava gli agnelli ai piedi dell’Elicona divino» esse hanno dato per scettro un ramo d’alloro, e impongono di cantare il «vero», perché egli glorifichi «ciò che sarà e ciò che prima è stato»: e di celebrare «la stirpe dei beati che sempre sono, ma di cantare loro all’inizio e alla fine sempre». Un parallelo implicito viene così stabilito nella Teogonia tra l’inizio del mondo e quello del canto, della poesia. Perché anche le Muse cantano, glorificando «la stirpe venerabile» degli dèi, «dal principio, quelli che Terra e il vasto Cielo generarono». Allora «ride» la dimora del padre «alla voce di giglio delle dee» e le Muse, come Esiodo, cantano il Principio.

Esiodo

Esiodo, il primo poeta greco posteriore a Omero, è anche il primo di cui si abbiano notizie storiche. Vissuto in Beozia tra fine VIII e inizio VII secolo, oltre alla Teogonia scrisse il primo poemetto didascalico della letteratura greca, Le opere e i giorni.


Antonio Dikele Distefano: dal libro alla serie su Netflix

Dopo Non ho mai avuto la mia età, Antonio Dikele Distefano approda su Netflix Antonio Dikele Distefano, scrittore italiano di…

'Le ali sotto ai piedi' di Cesare Cremonini torna in libreria

50 Special, Qualcosa di grande, Un giorno migliore, Vorrei, Niente di più, Resta con me, Cara Maggie, Silvia stai dormendo sono solo alcuni dei capitoli di una storia…

Agatha Christie: la Regina del delitto

Signora del giallo, regina del delitto Agatha Christie è la più famosa giallista al mondo, e una delle più prolifiche…

"Good Omens", l'Apocalisse inizia il 31 maggio 2019

Michael Sheen è Azraphel, un angelo in incognito; David Tennant è Crowley, un diavolo minore; Benedict Cumberbatch è Satana; Frances McDormand interpreta Dio. Good Omens,…

20 maggio 2019: Addio a Nanni Balestrini

Impegno artistico e civile: Nanni Balestrini   bisogna andarsene da qui abitare il mondo intero non frammenti separati del mondo…

Il serpente di Luigi Malerba a teatro

Verona, venerdì 17 maggio La compagnia veronese Teatro Scientifico sarà sul palco del Teatro Camploy di Verona, venerdì 17 maggio 2019, alle 20.45, per…

Brandon Sanderson e la saga epic fantasy del secolo

"Giuramento" un volume da collezione Brandon Sanderson, acclamato campione della narrativa fantastica contemporanea è autore della Saga «Cronache della Folgoluce», la più…

Italia Intatta Tour 2019

Esiste ancora un'Italia intatta, fatta di luoghi incontaminati Con il suo Italia intatta tour 2019, Mario Tozzi ci porta lungo…

Finnegans Wake, la traduzione completa

1939 - 2019 Il 4 maggio 1939 veniva pubblicato a Londra Finnegans Wake, l'ultimo romanzo di James Joyce, il "libro della…

Romics 2019: tre premi per Oscar Ink

Concorso Romics dei Libri a Fumetti Nell'ambito di Romics 2019 - la grande rassegna internazionale sul fumetto, l'animazione, cinema e…

Jemisin: i primi capitoli de "La Quinta Stagione"

Ogni sabato un capitolo de "La Quinta Stagione" N. K. Jemisin è entrata nel pantheon della narrativa fantastica vincendo tre…

Game of Thrones, l'ultima stagione

Nuova pelle per i Draghi di Game of Thrones Game of Thrones è arrivato all'ultima stagione, ma per tutti i…

Teogonia

Esiodo

Teogonia

ISBN: 9788804705055
304 pagine
Prezzo: € 35,00
Formato: 12,5 x 19,5 - Cartonato con sovraccoperta
In vendita da: 20 novembre 2018

Disponibile su: