Salva con nome

Salva con nome

Dai labirinti sotterranei di una memoria legata a un
passato anche remoto, o addirittura pre-natale, affiorano
brandelli di messaggi, volti e nomi di figure parentali,
eventi di presenze ormai inghiottite dal tempo e
dai paesaggi che li videro agire e soffrire, nella irredimibile
solitudine dei loro destini. Antonella Anedda
in Salva con nome ci conduce, con fermezza di voce
asciutta e tagliente – cucendo con pazienza le proprie
parole, come su un ramo il comporsi delle foglie – in
una dimensione inquieta tra l’atemporale e l’onirico,
dove le immagini si affacciano, quasi spettrali, pronte
a dissolversi a contatto con l’aria. Solo il nome, solo la
forza della parola riesce a salvarle: una parola, peraltro,
sempre fortemente radicata nelle cose, nella realtà,
nell’origine, come vediamo anche dall’uso, pur molto
controllato, della lingua sarda. Una realtà che riesce a
evidenziarsi attraverso i numerosi frammenti sparsi
di una minuta quotidianità domestica, dai particolari
di una condizione di precarietà ineludibile dove l’idea
della morte – o la sua presenza condotta dal ricordo o
dall’ansia – coesiste stabilmente, compenetrata nelle
cose e negli esseri su cui gli occhi della poesia vengono
a posarsi. Eppure, nel suo “cercare / morti in vita”,
Antonella Anedda diffonde una serie di messaggi di
consapevole vitalità, di evoluzione solidale, collocando,
nella varietà sorprendente in cui si realizza l’originale
collage finale di questo libro – nel passaggio dal
verso alla prosa, nelle differenti strutture del verso,
fino alla pluralità di voci dei suoi Cori – una serie di
reperti, di piccoli cimeli affettivi, di fotografie di volti
e cose che, come nelle opere del grande W.G. Sebald,
non sono semplici illustrazioni d’accompagnamento
ma vere e proprie parti essi stessi del testo. Nella lirica
complessa e profonda di Antonella Anedda, nel rigore
intellettuale e nell’esigenza di pensiero dei suoi percorsi
poetici, incontriamo “la memoria che scroscia”,
l’acqua che inghiotte ma anche la capacità di osservare
o sognare se stessi come dall’esterno. Nella lotta incessante
contro il tempo che tende a dominarci, forse
solo la lucidità della poesia riesce a trovare l’energia e
il sostegno morale per non cedere, per non affondare.

Antonella Anedda

Antonella Anedda (Angioy), nata a Roma, è laureata in storia dell'arte moderna. Dopo il libro di esordio Residenze invernali (1992) ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Notti di pace occidentale (1999, Premio Montale 2000), Il catalogo della gioia (finalista al Premio Viareggio 2003) e Dal balcone del corpo (2007, con cui ha vinto i premi Dedalus, Dessì e Napoli). Tra i saggi si ricordano: Cosa sono gli anni (1997), La luce delle cose (2000), La lingua disadorna ( 2001), Come solitudine (2003) e La vita dei dettagli (2009).
Di Philippe Jaccottet ha curato il volume La parola Russia (2004).
Sue traduzioni da poeti classici e moderni sono raccolte nel volume Nomi distanti (1998). I suoi libri sono tradotti in varie lingue.


Libri della stessa collana

Luigi Santucci: il testimone della gioia

Il centenario della nascita di Luigi Santucci La figura di Luigi Santucci «scrittore di vocazione e di professione» va prendendo sempre…

"La lucina" di Antonio Moresco diventa film

La Lucina Antonio Moresco, oggi in Italia uno dei più importanti autori letterari, interpreta il ruolo del protagonista del romanzo…

"Nessuno come noi": dal libro al film

Dal 18 ottobre al cinema Ambientato nella Torino degli anni Ottanta, quando i cappotti avevano le spalline e non esistevano social…

Star Wars Reads: gli eventi nelle librerie

Ottobre: il mese di Star Wars Reads Dal 2012 ogni ottobre si festeggia Star Wars Reads: per tutto il mese si…

Osho: Meditazione e Liberi di Essere

6 e 7 ottobre a Milano Liberi di Essere, è un grande evento di meditazione cittadino nato nel 2007 a…

I giochi dell'eternità di Antonio Moresco

Sotto la punta dell'iceberg Antonio Moresco è oggi in Italia il più importante autore letterario, e un riconosciuto maestro. La…

Arriva Eva Kant, la compagna di Diabolik

Compagna, complice e amante Mondadori Oscar Ink porta in libreria e fumetteria il volume Eva Kant entra in scena –…

Terzo Premio Hugo per N.K. Jemisin

Premio Hugo - Miglior romanzo: "The Stone Sky" The Stone Sky di Nora K. Jemisin ha vinto il premio come…

Osho - Yoga: la via dell'integrazione

I Sutra sullo Yoga di Patanjali resi accessibili alla mente contemporanea A cura di Anand VidehaLo Yoga è un sentiero…

Campagna Oscar Mondadori Estate: -25% per un mese

Per un mese, dal 3 agosto al 2 settembre TUTTO il catalogo Oscar Mondadori scontato del 25% Gli Oscar sono i libri che riescono ad…

Monstress trionfa agli Eisner Awards

Pioggia di premi per la serie fantasy Monstress è stato il fumetto più premiato durante la recente assegnazione degli Eisner…

Salva con nome

Antonella Anedda

Salva con nome

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788804617631
128 pagine
Prezzo: € 16,00
Formato: 13,5 x 20,5 - Brossura con alette
In vendita da: 27 marzo 2012

Disponibile su: