L’infinito istante

L’infinito istante

Nel trittico pubblicato dallo Specchio – L’orlo delle cose, La parte in ombra, e oggi L’infinito istante – è esemplare la crescente trasparenza di quel «limpido decantarsi» che Carlo Bo aveva colto fin dagli anni delle sue postfazioni a due antecedenti sillogi mondadoriane di Sergio Zavoli. L’umanista, e grande critico, aveva già messo in luce il lavoro di scavo che Zavoli portava avanti nei suoi versi, via via raccogliendoli in testi da cui traspariva una coscienza poetica alla quale restava estranea ogni abilità esteriore e in cui si precisavano le sottrazioni verbali care a Montale, che in questa stessa silloge fanno scrivere a Zavoli «la poesia è i dintorni dell’istante». Con una metafora riferita alle librerie di casa, nello spirito di una esplicita condivisione, Bo consigliava ai lettori di «non disporre la poesia di Sergio Zavoli nelle collocazioni orizzontali dei libri, il suo fra i tanti altri: quei versi esigono una disposizione verticale, se così possiamo dire, perché sono di materiale puro, derivato per un processo segreto e misterioso dalla parte più nobile del suo spirito». Più avanti aggiungerà: «Le sue poesie non rientrano nel quadro delle esercitazioni letterarie più o meno suggestive, come assicurano il tono teso della voce, l’orecchio sordo alle mode, il rifiuto di alchimie adescanti, l¿assenza di ogni lenocinio. […] Intento a dar voce alla sua maggiore vocazione, il poeta non si risparmia nella denuncia della parola virtuosa, suggestiva, ingannevole, e lo fa stringendo il dettato persino al di là di una “voglia di canto” su cui egli libera i registri migliori per ariosità e compiutezza». Mentre altrove, come ben sappiamo, è alle prese con le realtà nude nei molteplici luoghi reali dell’uomo, al concerto dell’esistenza Zavoli aggiunge oggi una più manifesta attenzione ai temi misteriosi e attraenti dell’interiorità, dove il ruolo metafisico dell’istante e dell’infinito conferisce alla sua inquietudine un’irrinunciabile tonalità laica -¿ seppure nel nome indicibile del dopo – complici i sogni e i segni della mortalità. Forse l’eco di una fides infirma di agostiniana, leale, schiusa franchezza. Al bivio dell’infinito istante.

Sergio Zavoli

Ravenna 1923. Scrittore e poeta, documentarista e autore di grandi inchieste televisive, è stato presidente della Rai e ha ricevuto i più importanti riconoscimenti nazionali e stranieri per la sua attività giornalistica e per i suoi libri.


Libri della stessa collana

Finnegans Wake, la traduzione completa

1939 - 2019 Il 4 maggio 1939 veniva pubblicato a Londra Finnegans Wake, l'ultimo romanzo di James Joyce, il "libro della…

Romics 2019: tre premi per Oscar Ink

Concorso Romics dei Libri a Fumetti Nell'ambito di Romics 2019 - la grande rassegna internazionale sul fumetto, l'animazione, cinema e…

Jemisin: i primi capitoli de "La Quinta Stagione"

Ogni sabato un capitolo de "La Quinta Stagione" N. K. Jemisin è entrata nel pantheon della narrativa fantastica vincendo tre…

Game of Thrones: in arrivo l'ultima stagione

Nuova pelle per i Draghi di Game of Thrones Game of Thrones è arrivato all'ultima stagione, ma per tutti i…

Campagna Oscar Mondadori: -25% per un mese

Negli Oscar c'è! Per un mese, dal 22 marzo al 21 aprile TUTTO il catalogo Oscar Mondadori scontato del 25% Gli Oscar sono…

Anne Frank e la condizione della donna

Anne Frank, giovane donna Il 12 giugno 1944 Anne Frank compie 15 anni. Non è più la ragazzina che il 12…

Itaca per sempre di Malerba a teatro

Roma 12-17 marzo 2019 Liberamente tratto dal romanzo Itaca per sempre di Luigi Malerba, l'adattamento teatrale omonimo va in scena a Roma da…

Diabolik sono io: il docu-film al cinema

"Diabolik sono io" 11-12-13 marzo 2019 Il Re del Terrore arriva al cinema con un docu-film: un evento speciale da non perdere,…

The Passage: la serie tv tratta dal romanzo

Dal libro alla serie tv su Fox Se siete pronti a lasciarvi trascinare in un futuro post-apocalittico, non potete perdervi…

Nati altrove: da Giuseppe Ungaretti a Helena Janeczek

6-8 febbraio 2019 - Università La Sapienza Nomadismo culturale, identità e disidentità, lingua dell’esilio, saranno alcuni dei temi del convegno…

Anne Frank: il talento di una scrittrice in erba

Una nuova traduzione delle due stesure del diario di Anne Frank Anne Frank tenne un diario dal giugno 1942 all’agosto…

De André: un libro per sentire di nuovo la sua voce

20 anni senza Faber 20 anni fa ci lasciava Fabrizio De André, forse il più grande cantautore italiano di sempre, diventato…

L’infinito istante

Sergio Zavoli

L’infinito istante

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788804625308
128 pagine
Prezzo: € 15,00
Formato: 13,5 x 20,5 - Brossura
In vendita da: 2 gennaio 2013

Disponibile su:

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788852032646
128 pagine
Prezzo: € 6,99
Formato: Ebook
In vendita da: 2 gennaio 2013

Disponibile su: