L’arte dell’ozio

L’arte dell’ozio

All’efficientismo frenetico e alle
sollecitazioni consumistiche della
società industriale, che allontanano
dalla riflessione e dall’analisi interiore,
Hesse oppone la sua “arte dell’ozio”.
Un’arte di matrice orientale, cara
in particolare agli artisti, che proprio
nelle pause creative trovano gli stimoli
per un nuovo fervore, ma che Hesse
considera essenziale per chiunque
voglia impedire alla razionalità
di prendere il sopravvento sulla
spontaneità. La contemplazione,
l’autocritica, lo sviluppo della propria
individualità sono i temi dominanti
dei testi qui raccolti per la prima volta
in volume e disposti in ordine
cronologico di scrittura (se inediti)
o di pubblicazione su quotidiani
e riviste. Ricordi, riflessioni, memorie,
brevi racconti in gran parte
autobiografici nei quali la prosa
di Hesse, che affiora spontanea
e naturale persino laddove il contesto
si fa più complesso, crea momenti
di grande suggestione.

Hermann Hesse

Calw, Württemberg, 1877 - Montagnola, Canton Ticino, 1962. Premio Nobel nel 1946, raggiunse il successo nel 1904 con Peter Camenzind, seguito da numerose opere tra cui Demian (1919), Siddharta (1922), Il lupo della steppa (1927), Narciso e Boccadoro (1930) e Il giuoco delle perle di vetro (1943).


Percy Bisshe Shelley: le "Opere poetiche"

Il primo volume nei Meridiani È in libreria il Meridiano delle Opere poetiche di Percy Bisshe Shelley, primo di due…

1968-2018: 50 anni fa ci lasciava Quasimodo

“Lirici greci” e premio Nobel Quasimodo era un poeta che mi piaceva molto, così lo conobbi e diventammo amici. Lui…

In Oscar Fantastica la trilogia "Broken Earth"

Gli Oscar Mondadori hanno acquisito, in accordo con Piergiorgio Nicolazzini Literary Agency (PNLA), i diritti di pubblicazione per il territorio…

Un libro e un CD per Andrea Pazienza

Trent’anni e non sentirli In occasione del trentennale dalla scomparsa, e a conferma che nonostante tale scomparsa sia ancora artista…

Hemingway e l'esplosione di Bollate

Quell'esplosione, cent'anni fa Il 7 giugno 1918 Un giovanissimo Hemingway, volontario della Croce Rossa, prestò soccorso in occasione dello scoppio…

"Lo sconosciuto": il fumetto nero di Magnus

Ultimo grande fumetto "nero" Ultimo grande fumetto "nero", Lo Sconosciuto è una delle più brillanti intuizioni di Roberto Raviola –…

I “Cento racconti” di Ray Bradbury, “umanista del futuro”

Bradbury, fiore all'occhiello del catalogo Oscar Ray Bradbury, morto a oltre novant’anni il 4 giugno 2012, è stato definito un…

Osho: una vertigine chiamata vita

Autobiografia di un mistico spiritualmente scorretto Chi sei? «Sono semplicemente me stesso; non un profeta, non un messia, non un…

Fruttero&Lucentini: un docufilm su Sky Arte

Fruttero&Lucentini - Basta il nome Venerdì 25 maggio alle 20,20 va in onda su Sky Arte HD il documentario Fruttero&Lucentini…

Goodbye, Philip Roth

Philip Roth 1933-2018 Quella sera lesse qualcosa su la mort de toi, con cui aveva già una certa familiarità, e…

Follett: i 40 anni de "La cruna dell'ago"

Il primo bestseller di Ken Follett compie 40 anni «Avevo ventisette anni quando scrissi "La cruna dell’Ago". Se lo rileggo…

Tom Wolfe, lo scrittore delle vanità

Tom Wolfe (1931-2018) L'inventore della locuzione "radical chic" - che tanta fortuna ha avuto anche in Italia -, Tom Wolfe,…

L’arte dell’ozio

Hermann Hesse

L’arte dell’ozio

ISBN: 9788804447900
448 pagine
Prezzo: € 10,00
Formato: 12,7 x 19,7 - Brossura
In vendita da: 21 aprile 1998

Disponibile su:

ISBN: 9788852032851
448 pagine
Prezzo: € 7,99
Formato: Ebook
In vendita da: 7 maggio 2013

Disponibile su: