La grande sera

La grande sera

Un pomeriggio di giugno, in una grande città, un professionista sparisce senza lasciare tracce. Il romanzo non è solo la ricostruzione indiretta della vita dello scomparso, ma è soprattutto la storia degli “altri”, che reagiscono in modi imprevedibili a un evento inesplicabile. La grande sera segna per Pontiggia un ritorno alla sperimentazione: un’opera di largo respiro compositivo e dalla struttura innovativa, quasi una giostra nella quale si incontra una galleria di “anime morte”, diventa un affresco impietoso dell’Italia degli anni Ottanta, una satira lucida e amara di una società di pieni illusori e di vuoti reali.

Giuseppe Pontiggia

Giuseppe Pontiggia (Como 1934 - Milano 2003), milanese d'adozione, ha preso parte fin dalla fondazione nel 1956 alla redazione del «Verri» che pubblica, nel 1959, La morte in banca, insieme a cinque racconti. Dopo L'arte della fuga (1968) si afferma come romanziere con Il giocatore invisibile (1978) e Il raggio d'ombra (1983). A raccolte di saggi di brillante scrittura, Il giardino delle Esperidi (1984), Le sabbie immobili (1991), L'isola volante (1996), I contemporanei del futuro (1998) e Prima persona (2002), alterna grandi successi nella narrativa: La grande sera (1989, premio Strega), Vite di uomini non illustri (1993, premio SuperFlaiano), Nati due volte (2000, premio Campiello e Pen Club). Le sue opere principali, tradotte nei più importanti paesi, sono nella collezione Oscar.


Libri della stessa collana

Grandi opere che compiono gli anni nel 2019

2019: 20 grandi opere che compiono gli anni Tra le grandi opere pubblicate negli Oscar Moderni molte festeggiano il compleanno…

La grande sera

Giuseppe Pontiggia

La grande sera

Collana: Moderni
ISBN: 9788804701385
238 pagine
Prezzo: € 13,00
Formato: 12,7 x 19,7 - Brossura
In vendita da: 27 novembre 2018

Disponibile su: