Il moto delle cose

Il moto delle cose

È una poesia di pensiero, quella di Giancarlo Pontiggia, alimentata peraltro, sempre, da un’immaginazione fervida eppure controllata, frutto di una sapienza felicemente in equilibrio con un estro inquieto, nel corpo di una scrittura che è testimonianza di un esercizio della mente, di un percorso che passo dopo passo viene a tessere i momenti di un’avventura dell’esistere. E dunque di una vicenda, quanto mai articolata e insistita tra lo «stridìo rigoglioso delle cose» e «l’unghia del tempo». Un tempo «che non consola», nella sua «linea infinita», quella che ci precede e seguirà, quando il nostro ansioso esserci cadrà, come è suo destino, nel vuoto. Pontiggia osserva dunque «il moto delle cose», «la teoria semplice delle cose» che si producono e avvengono sotto un «firmamento algido», nel misterioso ordine della totalità che si versa nell’uno. Ma c’è una vivissima emozione nel suo sentire e osservare il mondo, un’emozione che si trasmette al lettore e che increspa l’attenta tessitura di una poesia che sa muoversi anche in azzurri paesaggi, tra il nulla e la luce calda e breve del vivere, magari in cerca di un misterioso senso dell’origine. Pontiggia passa dalla breve strofa concisa e quasi epigrammatica, al frammento scolpito, fino al respiro più ampio del poemetto, a sua volta condotto su misure essenziali, sobrie, asciutte. La sua è una pronuncia impeccabile e limpida, classica, che talvolta si apre in lievi volute sonore, in giochi fonici o in eleganti armonie sottili, come sottile e profonda è la sua perlustrazione poetica dell’esserci e del mondo.

Recensioni

“Se mai come nella presente raccolta anche le strofe risultano atomizzate, in un tale pulviscolo qualcosa resiste: le figure di senso e di suono continuano malgrado tutto a lavorare con sapienza indistruttibile - ed è così che Pontiggia sogna, un'ultima volta, di ricucire l'ordito lacerato del mondo.”

Stefano Lecchini, "Blow up" febbraio 2018,

“Pontiggia traccia una linea di congiunzione fra la nostra nascita e l'origine dell'universo, tra ciò che appare insondabile e lontanissimo e i pensieri che agitano la nostra mente, le perplessità che ci colgono all'improvviso, il dolore che non si sa da dove arriva, la gioia nel contemplare una mattina d'estate. L'universo è in noi, sembra dirci questo libro che ci lascia ammirati, l'universo siamo noi.”

Marco Molinari, "La Voce di Mantova" 6 marzo 2018,

“"Il moto delle cose" è un libro di notevole forza musicale, come molti temi che scorrono senza venire additati - primo fra tutti l'inganno dolce e crudele in cui la vita si offre. Algido - forse. Come solo un grande cultore dei classici e maestro d'eleganza verbale poteva fornirci.”

Curzia Ferrari, "Giornale di Brescia" 13 settembre 2018,

Giancarlo Pontiggia

Giancarlo Pontiggia (Seregno 1952) ha pubblicato le raccolte poetiche Con parole remote (Guanda 1998, Premio Montale) e Bosco del tempo (Guanda 2005), poi riedite nel volume complessivo Origini (Interlinea 2015). Per il teatro ha scritto Stazioni (Magenta 2010) e Ades. Tetralogia del sottosuolo (Neos 2017). Saggi di poetica e riflessioni sulla letteratura si trovano raccolti nei volumi Contro il Romanticismo (Medusa 2002), Lo stadio di Nemea (Moretti&Vitali 2013) e Undici dialoghi sulla poesia (La Vita Felice 2014).


Libri della stessa collana

Negli Oscar c'è: tutti i titoli a -25% dal 2 agosto al 1 settembre

Negli Oscar c'è! Classici e saggi storici, graphic novel e saghe fantasy, gialli e manuali di benessere: se stai cercando…

'Fontamara' di Silone rivive quest'estate in una maratona di lettura

Dopo il grandioso murales di Fontamara, le parole di Ignazio Silone rivivono ad Aielli Le parole degli scrittori a volte devono uscire dai…

Antonio Dikele Distefano: dal libro alla serie su Netflix

Dopo Non ho mai avuto la mia età, Antonio Dikele Distefano approda su Netflix Antonio Dikele Distefano, scrittore italiano di…

'Le ali sotto ai piedi' di Cesare Cremonini torna in libreria

50 Special, Qualcosa di grande, Un giorno migliore, Vorrei, Niente di più, Resta con me, Cara Maggie, Silvia stai dormendo sono solo alcuni dei capitoli di una storia…

Agatha Christie: la Regina del delitto

Signora del giallo, regina del delitto Agatha Christie è la più famosa giallista al mondo, e una delle più prolifiche…

"Good Omens", l'Apocalisse inizia il 31 maggio 2019

Michael Sheen è Azraphel, un angelo in incognito; David Tennant è Crowley, un diavolo minore; Benedict Cumberbatch è Satana; Frances McDormand interpreta Dio. Good Omens,…

20 maggio 2019: Addio a Nanni Balestrini

Impegno artistico e civile: Nanni Balestrini   bisogna andarsene da qui abitare il mondo intero non frammenti separati del mondo…

Il serpente di Luigi Malerba a teatro

Verona, venerdì 17 maggio La compagnia veronese Teatro Scientifico sarà sul palco del Teatro Camploy di Verona, venerdì 17 maggio 2019, alle 20.45, per…

Brandon Sanderson e la saga epic fantasy del secolo

"Giuramento" un volume da collezione Brandon Sanderson, acclamato campione della narrativa fantastica contemporanea è autore della Saga «Cronache della Folgoluce», la più…

Italia Intatta Tour 2019

Esiste ancora un'Italia intatta, fatta di luoghi incontaminati Con il suo Italia intatta tour 2019, Mario Tozzi ci porta lungo…

Finnegans Wake, la traduzione completa

1939 - 2019 Il 4 maggio 1939 veniva pubblicato a Londra Finnegans Wake, l'ultimo romanzo di James Joyce, il "libro della…

Romics 2019: tre premi per Oscar Ink

Concorso Romics dei Libri a Fumetti Nell'ambito di Romics 2019 - la grande rassegna internazionale sul fumetto, l'animazione, cinema e…

Il moto delle cose

Giancarlo Pontiggia

Il moto delle cose

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788804681434
168 pagine
Prezzo: € 18,00
Formato: 12,7 x 19,7 - Brossura
In vendita da: 5 settembre 2017

Disponibile su:

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788852082115
168 pagine
Prezzo: € 7,99
Formato: Ebook
In vendita da: 5 settembre 2017

Disponibile su: