Il gioco

Il gioco

Un capolavoro, che mette al centro della sua narrazione
un oggetto malefico e magico, con personaggi
immortali e di enorme capacità seduttiva, con disegni
e tavole che sprigionano un’incontenibile sensualità.
Il gioco, un caposaldo della letteratura erotica a fumetti
nato per le pagine di “Playman”, è raccolto tutto in
questo unico e imperdibile volume. Per la prima volta
i quattro episodi sono pubblicati insieme e sempre
per la prima volta sono interamente a colori.
Quando arrivò nelle librerie italiane negli anni Ottanta,
Il gioco divenne un vero e proprio caso di costume
nazionale. L’eccezionale qualità artistica del tratto e la
formidabile carica erotica, piena di sensualità eppure
mai volgare, lo resero immediatamente una lettura
popolare e raffinata, oltre che di enorme successo.
Manara diede libero sfogo alla sua creatività, inventando
una storia fresca e trasgressiva in cui la bellissima
Claudia Cristiani si trova preda di raptus sessuali
ed esibizionistici a causa di un misterioso marchingegno
che, una volta azionato, ne scatena le fantasie
erotiche a prescindere dalla sua volontà.
Oltre a essere un’icona del desiderio, la protagonista
rappresenta la classe borghese ricca e socialmente affermata
che Manara si diverte a manipolare, svelandone
i desideri più intimi attraverso repentini cambi
di umore e comportamenti scandalosi. L’intuizione
del telecomando è in realtà una citazione della celebre
pellicola Bella di giorno di Luis Buñuel, a conferma
di quanto Manara sia un artista immerso nel flusso
della produzione culturale del suo tempo e il suo
ruolo qualificante rispetto all’arte del fumetto.
Il successo dell’opera fu così travolgente che spinse
Manara a creare tre episodi successivi – chiamati
semplicemente Il gioco 2, 3 e 4– in cui la medesima
protagonista è una vittima sempre più consenziente
del telecomando del piacere. La critica sociale che
nel primo episodio è concentrata contro la borghesia
si allarga ai disastri ecologici e diventa generalizzata
quando negli episodi successivi si scaglia contro le
sette religiose e le multinazionali.
Manara si avventura anche in territorio onirico, recuperando
lo straordinario personaggio di Miele che
tanto aveva fatto sognare ne Il profumo dell’invisibile,
e facendolo incontrare con la Cristiani in uno scenario
esotico e assolutamente intrigante. Ma sono la
bellezza del disegno e la capacità di ritmo narrativo
che catturano l’attenzione del lettore, facendo di ogni
episodio un evento editoriale.
Questa pubblicazione li raccoglie in modo unitario e
attraverso il colore suggerisce nuove e inedite sfumature
al grande capolavoro dell’erotismo mondiale, la
cui forza vitale resta immutata e inarrivabile.

Milo Manara

Milo Manara (Luson, Bolzano 1945) debutta nel mondo del fumetto nel 1969, dopo essersi dedicato alla pittura e alla scultura. Ha collaborato con Federico Fellini e Hugo Pratt. È il più celebre autore di fumetti erotici, per i quali ha ricevuto numerosi premi.


Libri della stessa collana

Percy Bisshe Shelley: le "Opere poetiche"

Il primo volume nei Meridiani È in libreria il Meridiano delle Opere poetiche di Percy Bisshe Shelley, primo di due…

1968-2018: 50 anni fa ci lasciava Quasimodo

“Lirici greci” e premio Nobel Quasimodo era un poeta che mi piaceva molto, così lo conobbi e diventammo amici. Lui…

In Oscar Fantastica la trilogia "Broken Earth"

Gli Oscar Mondadori hanno acquisito, in accordo con Piergiorgio Nicolazzini Literary Agency (PNLA), i diritti di pubblicazione per il territorio…

Un libro e un CD per Andrea Pazienza

Trent’anni e non sentirli In occasione del trentennale dalla scomparsa, e a conferma che nonostante tale scomparsa sia ancora artista…

Hemingway e l'esplosione di Bollate

Quell'esplosione, cent'anni fa Il 7 giugno 1918 Un giovanissimo Hemingway, volontario della Croce Rossa, prestò soccorso in occasione dello scoppio…

"Lo sconosciuto": il fumetto nero di Magnus

Ultimo grande fumetto "nero" Ultimo grande fumetto "nero", Lo Sconosciuto è una delle più brillanti intuizioni di Roberto Raviola –…

I “Cento racconti” di Ray Bradbury, “umanista del futuro”

Bradbury, fiore all'occhiello del catalogo Oscar Ray Bradbury, morto a oltre novant’anni il 4 giugno 2012, è stato definito un…

Osho: una vertigine chiamata vita

Autobiografia di un mistico spiritualmente scorretto Chi sei? «Sono semplicemente me stesso; non un profeta, non un messia, non un…

Fruttero&Lucentini: un docufilm su Sky Arte

Fruttero&Lucentini - Basta il nome Venerdì 25 maggio alle 20,20 va in onda su Sky Arte HD il documentario Fruttero&Lucentini…

Goodbye, Philip Roth

Philip Roth 1933-2018 Quella sera lesse qualcosa su la mort de toi, con cui aveva già una certa familiarità, e…

Follett: i 40 anni de "La cruna dell'ago"

Il primo bestseller di Ken Follett compie 40 anni «Avevo ventisette anni quando scrissi "La cruna dell’Ago". Se lo rileggo…

Tom Wolfe, lo scrittore delle vanità

Tom Wolfe (1931-2018) L'inventore della locuzione "radical chic" - che tanta fortuna ha avuto anche in Italia -, Tom Wolfe,…

Il gioco

Milo Manara

Il gioco

Collana: Bestsellers
ISBN: 9788804464761
192 pagine
Prezzo: € 12,00
Formato: 19,5 x 26,0 - Brossura
In vendita da: 20 giugno 2000

Disponibile su: