Haiku for a season / Haiku per una stagione

Haiku for a season / Haiku per una stagione

L’estrema acutezza intellettuale, inquieta e curiosa, di Andrea Zanzotto lo condusse a sperimentare le più diverse forme, a percorrere con successo i più vari sentieri, a entrare nel corpo espressivo di lingue e dialetti. Negli anni Ottanta questa sua capacità – o meglio necessità – di aprirsi al molteplice del reale lo portò alla composizione di una serie di frammenti lirici in inglese, una lingua per lui tutt’altro che abituale. Ma quei versi non furono abbandonati alla spontaneità della loro crescita, bensì composti secondo le forme di un genere quanto mai affascinante e insieme, per noi, in parte misterioso, e cioè l’haiku giapponese. Successivamente Zanzotto decise di autotradursi in italiano, realizzando testi, come testimonia Marzio Breda, «inaspettatamente “cantabili”, rispetto a quella che fino ad allora era la sua cifra letteraria», e trovando nella forma-haiku incanto fonico e limpidezza di pensiero racchiusi in movimenti di nitida essenzialità e di sintesi lirica dall’efficacia memorabile. Il tutto in piena coerenza con la presenza attiva e vigile, tipicamente sua, nel paesaggio, dove «un “Io” rifà come film il suo “Io”», e dove il poeta avvista, restituendoli nella sua inconfondibile pronuncia, «Vulcanelli, papaveri qua e là, / doni per devastate dimenticate colline— / per la nostra dimenticanza, i doni più dolci». Il messaggio che Zanzotto ci trasmette con questa raccolta, pubblicata nel 2012 negli Stati Uniti, ci appare oggi di una sorprendente attualità, per il coraggio e l’estro, per la capacità di andare al cuore delle cose con lo strumento vivo di una parola che si fa immagine e pensiero nella fulminea concisione della più alta poesia.

Recensioni

“L'impressione è che Zanzotto abbia inseguito lo spirito degli haiku più ancora che la loro esatta realizzazione formale. A richiamarlo è l'idea di qualcosa di sorgivo e d'elementare, di necessario come il respiro o il battito del cuore, piuttosto che l'ordigno poetico impeccabile e raffinatissimo che l'ortodossia della pratica richiederebbe. I suoi haiku risultano estremamente liberi, aperti, trasgressivi [...] e di conseguenza non appaiono lontani dalla pratica del frammentismo e della folgorazione impressionistica tipici della tradizione occidentale. [...] Si tratta dunque di haiku alla maniera di Zanzotto. Non a caso molti sono insolitamente drammatici, e spesso e volentieri sottilmente ironici, a volte perfino un poco meta-linguistici.”

Roberto Galaverni, "Corriere della Sera" 11 maggio 2019,

Andrea Zanzotto

Figura centrale e grande innovatore nella poesia, non solo italiana, Andrea Zanzotto (Pieve di Soligo, Treviso, 1921 - Conegliano, Treviso, 2011) esordì, nello Specchio, con Dietro il paesaggio. Tra le opere più celebri Vocativo, La Beltà, Il Galateo in Bosco, comprese, con tutte le altre, nel riassuntivo Meridiano Le poesie e prose scelte (1999) e nel volume Oscar Tutte le poesie (2011). Zanzotto è autore anche di racconti, saggi e traduzioni.


Altri libri dello stesso autore

Libri della stessa collana

'Jack Frusciante è uscito dal gruppo': 25 anni di un romanzo manifesto

Jack Frusciante è uscito dal gruppo, il primo romanzo di Enrico Brizzi, quest'anno festeggia un compleanno importante: i 25 anni.  Libro icona pubblicato…

'Helter Skelter': il libro-verità sul caso Manson che ha ispirato Tarantino

È la notte di sabato 9 agosto 1969. La casa al numero 10050 di Cielo Drive è immersa nel buio e nel…

'Gideon': annunciato per Oscar Fantastica uno dei romanzi più pirotecnici del momento

The Emperor needs necromancers. The Ninth Necromancer needs a swordswoman. Gideon has a sword, some dirty magazines, and no more…

Le antologie curate da Asimov in una nuova edizione nel 2020

Appassionati di fantascienza a raccolta A partire dal 2020, anno del centenario di Isaac Asimov, approderanno negli Oscar Draghi le…

Negli Oscar c'è: tutti i titoli a -25% dal 2 agosto al 1 settembre

Negli Oscar c'è! Classici e saggi storici, graphic novel e saghe fantasy, gialli e manuali di benessere: se stai cercando…

'Fontamara' di Silone rivive quest'estate in una maratona di lettura

Dopo il grandioso murales di Fontamara, le parole di Ignazio Silone rivivono ad Aielli Le parole degli scrittori a volte devono uscire dai…

Antonio Dikele Distefano: dal libro alla serie su Netflix

Dopo Non ho mai avuto la mia età, Antonio Dikele Distefano approda su Netflix Antonio Dikele Distefano, scrittore italiano di…

'Le ali sotto ai piedi' di Cesare Cremonini torna in libreria

50 Special, Qualcosa di grande, Un giorno migliore, Vorrei, Niente di più, Resta con me, Cara Maggie, Silvia stai dormendo sono solo alcuni dei capitoli di una storia…

Agatha Christie: la Regina del delitto

Signora del giallo, regina del delitto Agatha Christie è la più famosa giallista al mondo, e una delle più prolifiche…

"Good Omens", l'Apocalisse inizia il 31 maggio 2019

Michael Sheen è Azraphel, un angelo in incognito; David Tennant è Crowley, un diavolo minore; Benedict Cumberbatch è Satana; Frances McDormand interpreta Dio. Good Omens,…

20 maggio 2019: Addio a Nanni Balestrini

Impegno artistico e civile: Nanni Balestrini   bisogna andarsene da qui abitare il mondo intero non frammenti separati del mondo…

Il serpente di Luigi Malerba a teatro

Verona, venerdì 17 maggio La compagnia veronese Teatro Scientifico sarà sul palco del Teatro Camploy di Verona, venerdì 17 maggio 2019, alle 20.45, per…

Haiku for a season / Haiku per una stagione

Andrea Zanzotto

Haiku for a season / Haiku per una stagione

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788804712572
136 pagine
Prezzo: € 20,00
Formato: Cartaceo
In vendita da: 14 maggio 2019

Disponibile su:

Collana: Lo Specchio
ISBN: 9788852094644
136 pagine
Prezzo: € 7,99
Formato: Ebook
In vendita da: 14 maggio 2019

Disponibile su: