Dappertutto e rasoterra

Dappertutto e rasoterra

È dal 1967 che, con i suoi rapporti annuali, il Censis fotografa la realtà italiana, fornendo al pubblico uno strumento qualificato e completo per analizzare e interpretare i fenomeni, i processi, le tensioni e i bisogni del paese. Per Giuseppe De Rita, fondatore e presidente del Censis, ripercorrere il lavoro svolto in questi cinquant’anni non è solo ricordare quello che è avvenuto, ma anche «fare memoria» e fare autocoscienza collettiva di quel che siamo stati e di quel che siamo.

È l’autocoscienza collettiva l’obiettivo principale di un istituto di ricerca da sempre privato, autonomo e indipendente. Uno scopo esplicitato soprattutto in quelle Considerazioni generali che hanno aperto ogni rapporto annuale del Censis: agili saggi, innovativi nel lessico e immaginifici nell’uso di metafore memorabili, che offrono le chiavi di lettura dei fatti raccontati dai dati statistici e dei processi sociali di lunga durata. Questo volume raccoglie in un testo organico e completo le Considerazioni scritte da De Rita nell’arco di mezzo secolo: scorrono tra le pagine gli anni della contestazione e del terrorismo, il sommerso e l’esplosione della piccola impresa, la crescita del ceto medio e la vitalità di una società «molecolare» il cui sviluppo si è propagato «dappertutto e rasoterra», tra la fine di un secolo e l’inizio di quello nuovo.

Recensioni

“"Dappertutto e rasoterra" [...] è il titolo del viaggio notturno intrapreso da Giuseppe De Rita, uno degli aruspici più geniali e inventivi che si siano affacciati sulla società italiana scrutandone viscere, circolazione arteriosa, glutine e pulsioni emotive. Un viaggio proustiano intorno al "tempo ritrovato" che dal 1967 al 2016, data di commiato, ha ripercorso mezzo secolo di immersioni nel sottosuolo della società italiana attraverso le analisi del Censis, creatura da lui inventata, sortita dal ventre della Svimez con la missione di accompagnare, affrancandosene, la scienza triste dell'economia nell'esplorazione della complessità sociale, dei suoi enigmi e delle sue talvolta inaccessibili verità.”

Vincenzo Viti, "La Gazzetta del Mezzogiorno" 1 febbraio 2018,

“Giuseppe De Rita ripercorre in queste pagine 50 anni di storia della società italiana e pochi come lui sanno analizzare i grandi e i piccoli mutamenti. Il confronto tra le generazioni, nel corpo della nazione, è uno dei grandi fenomeni e su questo De Rita è illuminante. ”

Mario Ajello, "Il Messaggero" 22 aprile 2018,

Giuseppe De Rita

Roma 1932. Dal 1955 al 1963 è stato alla Svimez, prima come funzionario e dal 1958 come responsabile della sezione sociologica. Nel 1964 è tra i fondatori del Censis, Centro Studi Investimenti Sociali, di cui è stato a lungo segretario generale e che presiede dal 2007.


Libri della stessa collana

Le donne valorose di Serena Dandini arrivano su Sky Arte

Qualcuno, io dico, si ricorderà di noi nel futuro. Saffo "È facile per una donna essere valorosa", scrive Serena Dandini. L'unico inconveniente…

George Orwell: la letteratura è una palestra di libertà

Ci sono scrittori che hanno intrecciato a tal punto letteratura e vita, da rendere quasi impossibile distinguere oggi l'uomo dal…

'Nervernight' di Jay Kristoff: l'accoglienza dei lettori e l'arrivo dell'autore in Italia

Jay Kristoff ManiaC'è chi è più colpito dai dettagli nero e oro delle mappe, chi dal cartonato interno, chi dai coloratissimi…

Il coraggio di dire 'Adesso basta': la nuova edizione del best seller di Simone Perotti

Adesso basta esce in una nuova edizione con nuova introduzione dell'autore Dieci anni è un intervallo di tempo in cui sta dentro un…

'Jack Frusciante è uscito dal gruppo': 25 anni di un romanzo manifesto

Jack Frusciante è uscito dal gruppo, il primo romanzo di Enrico Brizzi, quest'anno festeggia un compleanno importante: i 25 anni.  Libro icona pubblicato…

'Helter Skelter': il libro-verità sul caso Manson che ha ispirato Tarantino

È la notte di sabato 9 agosto 1969. La casa al numero 10050 di Cielo Drive è immersa nel buio e nel…

'Gideon': annunciato per Oscar Fantastica uno dei romanzi più pirotecnici del momento

The Emperor needs necromancers. The Ninth Necromancer needs a swordswoman. Gideon has a sword, some dirty magazines, and no more…

Le antologie curate da Asimov in una nuova edizione nel 2020

Appassionati di fantascienza a raccolta A partire dal 2020, anno del centenario di Isaac Asimov, approderanno negli Oscar Draghi le…

George Orwell su verità e menzogna

Dal 1934 alle soglie degli anni '50 George Orwell scrisse una serie di illuminanti riflessioni su quello che può considerarsi…

Negli Oscar c'è: tutti i titoli a -25% dal 2 agosto al 1 settembre

Negli Oscar c'è! Classici e saggi storici, graphic novel e saghe fantasy, gialli e manuali di benessere: se stai cercando…

'Fontamara' di Silone rivive quest'estate in una maratona di lettura

Dopo il grandioso murales di Fontamara, le parole di Ignazio Silone rivivono ad Aielli Le parole degli scrittori a volte devono uscire dai…

Antonio Dikele Distefano: dal libro alla serie su Netflix

Dopo Non ho mai avuto la mia età, Antonio Dikele Distefano approda su Netflix Antonio Dikele Distefano, scrittore italiano di…

Dappertutto e rasoterra

Giuseppe De Rita

Dappertutto e rasoterra

Collana: Saggi
ISBN: 9788804683469
850 pagine
Prezzo: € 30,00
Formato: 16,0 x 23,0 - Cartonato
In vendita da: 5 dicembre 2017

Disponibile su:

Collana: Saggi
ISBN: 9788852084249
850 pagine
Prezzo: € 8,99
Formato: Ebook
In vendita da: 5 dicembre 2017

Disponibile su: