Convivio

Convivio

Nel Convivio Dante invita i suoi lettori a un banchetto nel quale cibarsi del miglior nutrimento che ci sia: la sapienza, il cibo degli angeli. Le “difficili vivande”, ovvero le complesse materie trattate (dalla metafisica alla politica alla cosmologia), esposte nelle canzoni poetiche rilette allegoricamente, saranno accompagnate dal “pane” che ne facilita l’assimilazione, cioè le spiegazioni.

E proprio perché queste siano comprensibili a tutti, Dante sceglie di usare il volgare, affermando ancora una volta la dignità della nuova lingua e dandone esempi di folgorante bellezza. Mentre commenta i propri versi, l’Alighieri reinterpreta insieme la propria vita e la propria produzione letteraria, collocandole in un contesto più ampio, complesso e consapevole, aprendo così la strada all’immensa impresa della Commedia.

Dante Alighieri

Dante Alighieri, nato a Firenze nel 1265 in una famiglia della piccola nobiltà, iniziò a comporre versi fin dalla giovinezza. La vocazione letteraria maturò dal contatto coi poeti stilnovisti, senza che egli trascurasse gli studi teologici e filosofici. Dal 1295 prese parte alla vita politica di Firenze, divisa nelle due fazioni dei guelfi e dei ghibellini. Nel 1302 venne colpito da condanna a morte. Costretto a lasciare Firenze, cominciò una dura vita di esule, senza più riuscire a tornare nella sua città. Morì a Ravenna nel 1321.


Libri della stessa collana

La Divina Commedia diventa un musical

La Divina Commedia Opera Musical La Divina Commedia, la più importante opera della letteratura italiana di tutti i tempi, è un…

Convivio

Dante Alighieri

Convivio

Collana: Classici
ISBN: 9788804707387
840 pagine
Prezzo: € 12,00
Formato: Cartaceo
In vendita da: 19 febbraio 2019

Disponibile su: