Arcipelago Gulag

Arcipelago Gulag

“Gulag” è la sigla dell’organismo statale che gestiva il sistema dei campi d’internamento nell’Unione Sovietica. Dal Circolo polare artico alle steppe del Caspio, dalla Moldavia alle miniere d’oro della Kolyma in Siberia, le “isole” del Gulag formavano un invisibile arcipelago, popolato da milioni di cittadini sovietici. Nei Gulag è vissuta o ha trovato fine o si è formata un'”altra” Russia, quella di cui non parlavano le versioni ufficiali, e di cui Solzenicyn, per primo, ha cominciato a scrivere la storia. In un fitto intreccio di esperienze dirette, di apporti memorialistici, di minuziose ricostruzioni dove non un solo nome o luogo o episodio è fittizio, Arcipelago Gulag racchiude una tragica cronaca di quella che è stata la vita del popolo sovietico “del sottosuolo” dal 1918 al 1956. Una straordinaria opera corale che ha visto la luce per la prima volta a Parigi nel 1973, «un monumento che insieme innalziamo alla memoria di tutti coloro che sono stati martoriati e uccisi», uomini spesso senza volto e senza nome – tra i quali i 227 (poi saliti a 257) ex deportati che aiutarono Solzenicyn con racconti, ricordi e lettere – senza i quali l’opera stessa non sarebbe mai stata «scritta, rielaborata e conservata». Questa edizione, a cura di Maurizia Calusio, recepisce sia le importanti aggiunte e integrazioni apportate al testo dallo stesso Solzenicyn nel 1980 sia i successivi interventi volti a esplicitare nomi e luoghi effettuati nell’edizione curata da sua moglie nel 2006.

Aleksàndr Solzenicyn

Aleksandr Solzenicyn (Kislovodsk 1918 - Troice-Lykovo 2008), scrittore e drammaturgo, si è laureato in matematica all'Università di Stato di Rostov, partecipando poi come ufficiale dell'Armata Rossa alla Seconda guerra mondiale. Arrestato nel 1945 per critiche al regime stalinista e riabilitato nel 1956, descrisse le condizioni dei prigionieri politici russi nel romanzo Una giornata di Ivan Denisovic (1962) ottenendo un ampio riconoscimento internazionale. Premio Nobel per la Letteratura nel 1970, venne espulso dall'Urss nel 1974 dopo la pubblicazione di Arcipelago Gulag (1973). Ha vissuto negli Stati Uniti dal 1976 ed è tornato in patria solo nel 1994, continuando a svolgere il suo ruolo di intransigente coscienza critica.


Libri della stessa collana

Solženicyn, il Gulag e la letteratura russa

Aleksandr Solženicyn Il 3 agosto 2018 ricorre il decennale della morte (2008) di Aleksandr Solženicyn; l’11 dicembre ricorrerà anche il…

Entra negli Oscar "Un mondo a parte" di Gustaw Herling

Testimonianza o opera letteraria? «Un mondo a parte non è soltanto una testimonianza, ma anche un’opera letteraria. I libri di…

Arcipelago Gulag

Aleksàndr Solzenicyn

Arcipelago Gulag

Collana: I Meridiani
ISBN: 9788804629139
1440 pagine
Prezzo: € 24,00
Formato: 15,5 x 23,3 - Brossura
In vendita da: 23 luglio 2013

Disponibile su: