Oscar Moderni Cult: sempre moderni, ma con nuova energia

Nel mondo degli Oscar Moderni nasce una nuova modalità di pubblicazione: dopo i Moderni Baobab cartonati, arrivano gli Oscar Moderni Cult in tradepaperback.


Cult sono Oscar Moderni con un forte elemento di novità.
Nuove traduzioni, innanzitutto, per avere un catalogo sempre giovane. Ma anche prime traduzioni italiane di classici moderni tutti da scoprire: il mondo dei classici è inesauribile.
E poi occasioni per mettere sotto i riflettori libri che riletti con la guida di scrittori e critici contemporanei sprigionano nuova energia.


La collana viene inaugurata con due super classici di George Orwell, uno degli autori più importanti del catalogo Oscar Mondadori: 1984 con nuova traduzione di Nicola Gardini, scrittore, poeta e artista contemporaneo; La fattoria degli animali con nuova traduzione dello scrittore e accademico Michele Mari.
Due voci contemporanee danno così risalto alla narrativa potente dello scrittore che più di ogni altro ha saputo raccontare le forme del potere nella società moderna, la dialettica tra menzogna e verità e il ruolo della letteratura come palestra fondamentale di libertà.


Si prosegue poi con due incursioni nel mondo orientale: con Il ragazzo del risciò Lao She ci ha regalato un capolavoro della letteratura cinese del Novecento.
Il romanzo, in questa edizione a cura di Alessandra C. Lavagnino, è ambientato nella Pechino dei primi anni Trenta e racconta le vicende di un giovane tiratore di risciò in arrivo dalla campagna e per la prima volta a contatto con il clima di una metropoli in cambiamento. Un libro struggente, fitto di vita, colore, personaggi, che con estrema finezza sa indagare i pensieri, i sogni, i sentimenti del protagonista.

Dalla Cina andiamo poi in Giappone con l'ultimo, incompiuto romanzo di Yasunari Kawabata, Denti di leone, tradotto in italiano da Antonietta Pastore.
Con la poesia che specialmente i grandi scrittori orientali sanno infondere ai propri testi, Kawabata ci porta su una collina piena di fiori gialli, nel recinto di un vecchio tempio buddista, dove sorge una clinica psichiatrica.
Cinque volte al giorno i rintocchi della campana del tempio portano al mondo esterno la voce dei pazienti. Sullo sfondo di questo luogo, si stagliano le emozioni di ieri e di oggi dei personaggi, alcuni dei quali sembrano appartenere a un passato ormai scomparso.

CULT diventa con questa collana un'espressione del potere energico e vitale della grande letteratura moderna, che sia poetica, vibrante, distopica, perturbante o molto molto altro ancora. 
Resta aggiornato sulle novità in arrivo.